Comune di Genuri

piazza San Giuliano 3 - 09020
Tel: 070 9365128 - E-mail

Pane tipico

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Sagra - PAI CASU E BIU ARRASU -

La sagra ed il palio degli asinelli vengono svolti nella stessa domenica, quella più vicina al 6 agosto

La giornata dedicata alla SAGRA “PAI, CASU E BÌU A RASU” è molto intensa, si svolge sopratutto nei locali del centro di aggregazione sociale e nei pressi del suo grande piazzale. Al mattino vengono preparate le mostre nelle quali vengono esposti i tradizionali utensili ed attrezzi della cultura artigiana, agricola e contadina, tappeti ed arazzi manufatti.
Della mostra fanno parte anche lavori che vengono realizzati durante l’anno dalle persone che frequentano i corsi organizzati dal centro sociale, laboratori per la lavorazione della ceramica, pittura su vetro, cestini, fiori secchi, decoupage ecc., oltre ad una rappresentazione di vecchie foto dalle quali è possibile istantaneamente constatare i cambiamenti che si sono verificati nel corso dell’ultimo secolo appena trascorso.

Oltre alle suddette mostre sono presenti commercianti ed artigiani provenienti da molti paesi limitrofi, e non, che espongono e vendono i loro prodotti ai numerosi visitatori.

Nel pomeriggio, durante la sagra viene effettuala la dimostrazione, da parte delle esperte casalinghe. relativa alle varie fasi della preparazione del pane, cominciando dalla prima consistente nella preparazione della farina, fino ad ottenere il prodotto finito.

Altra gradita attrazione della sagra è la preparazione di una antica pietanza chiamata “Is Costeddas” un “Piatto” che veniva consumato il giorno della preparazione del pane, che consiste nel ridurre in piccoli pezzi la pasta , la stessa usata per il pane, che viene fritta e zuccherata e offerta in degustazione.

La sagra si conclude con la degustazione di pane, formaggio e vino preparati in modo tradizionale che permettono ai visitatori di riscoprirei sapori genuini e i profumi dei nostri prodotti tradizionali, che sono in vendita sopratutto durante la manifestazione.
 

SAGRA “PANI CASU E BINU ARRASU”
Sa sagra e sa cursa de is mobentis ddas faint su pròpiu domigu, su prus acanta a su 6 de austu.
Sa dii de sa sagra “PANI, CASU E BINU A RASU” est prena prena, dda faint in is localis de su tzentru de agregatzioni sotziali e acanta de sa pratza manna cosa sua. A mengianu preparant is amostas de is ainas de su connotu artigianali e de sa messarìtzia, tapetus e aratzus fatus a manu. De s’amosta faint parti is traballus chi faint in totu s’annu is personas chi andant a is cursus de su tzentru sotziali, laboratòrius po traballai sa ceràmica, pintura de s’imbirdi, scateddus, froris sicaus, découpage e atru, e una amosta de fotografias antigas, de anca fait a biri luegus is cambiamentas acadèssias in s’ùrtimu sèculu.
A prus de custas amostas, nci at cumerciantis e artisanus chi benint de biddas meda de a fùrriu, e de atesu puru, chi esponint e bendint is prodotus insoru.
A meigama, in sa sagra, is fèminas amostant cumenti si preparat su pani, cumintzendi de candu si preparat sa farra.
Un’atra cosa chi sa genti aprètziat meda de sa sagra est candu preparant “Is Costeddas” unu druci chi fadiant sa dii chi fadiant su pani, cun incorraddeddus de pasta frita e apibionada cun tzùcuru.
Sa sagra acabat candu donant a tastai pani, casu e binu fatus a s’antiga chi permitint a totus de torrai a scoberri is saboris e is fragus bellus de is produtus traditzionalis nostus, chi s’agatant a bendi puru.
 

Degustazione

Aggiornato il: 2 ottobre 2013
|